Studi clinici

MITO CERV 3: studio di fase II su Carboplatino-Paclitaxel-Pembrolizumab nel trattamento neoadiuvante del carcinoma cervicale localmente avanzato (MITO CERV 3)

Ricercatore principale

Simona Scalone

Descrizione

Studio multicentrico, di fase II, in aperto, a braccio singolo, che valuta l’efficacia di Pembrolizumab in associazione alla chemioterapia standard in pazienti con carcinoma cervicale localmente avanzato (stadio IB2-IIB).

Le pazienti arruolate nello studio riceveranno il trattamento neoadiuvante e, se presentano fattori ad alto rischio di recidiva, il trattamento adiuvante, come segue:

  • trattamento neoadiuvante (trattamento chemioterapico che viene effettuato prima dell’intervento chirurgico con intento radicale): Pembrolizumab in associazione Carboplatino e Paclitaxel per tre cicli;
  • intervento chirurgico: dopo il trattamento neoadiuvante e in assenza di progressione di malattia, entro 4 settimane dall'ultimo ciclo di chemiotrerapia;
  • trattamento adiuvante (trattamento chemioterapico che viene effettuato dopo l’intervento chirurgico): Pembrolizumab in associazione Carboplatino e Paclitaxel per tre cicli, seguito da terapia di mantenimento con Pembrolizumab, per un massimo di 35 cicli.

Possono partecipare a questo studio pazienti con età maggiore o uguale a 18 anni, che rispettano i criteri di eleggibilità previsti dallo studio.

Trattamento sperimentale: Pembrolizumab in associazione a chemioterapia standard.

In fase

Fase 2

Stato

Aperto all'arruolamento

Prerequisiti

Le pazienti interessate a prendere parte allo studio dovranno effettuare una visita medica presso il nostro Istituto, durante la quale verrà eseguita una attenta valutazione da parte del medico oncologo.

Durante la visita, la paziente potrà ricevere informazioni aggiuntive riguardo lo scopo della presente sperimentazione, gli esami previsti, il trattamento sperimentale proposto, i benefici e gli eventuali rischi relativi alla partecipazione a questo studio clinico.

Per ulteriori informazioni (tra cui i criteri di inclusione e di esclusione e i centri coinvolti nella sperimentazione) consulta la pagina dello studio (in inglese).

Patologia

Tumori ginecologici

Sponsor

IRCCS Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli di Roma