Tecnologie

Elettrochemioterapia (ECT)

Che cos'è

Si tratta di un trattamento che combina una bassa dose di un farmaco chemioterapico (bleomicina) con degli impulsi elettrici applicati direttamente sulle cellule tumorali per mezzo di un elettrodo. Gli impulsi elettrici determinano la formazione di pori nella membrana delle cellule tumorali. Questo fenomeno, noto come elettroporazione, permette al chemioterapico di agire direttamente contro il tumore, aumentandone l’efficacia e senza danneggiare il tessuto sano circostante.

Peculiarità

Il trattamento è di breve durata e viene effettuato in sala operatoria in fase di sedazione. Provoca la necrosi (distruzione) del tessuto tumorale, senza danneggiare il tessuto sano circostante. I tempi di guarigione sono variabili a seconda della sede e dell’estensione della malattia.

Controindicazioni

Patologie polmonari, eventuali allergie al farmaco chemioterapico.

Cosa sostituisce

L’elettrochemioterapia sostituisce la chirurgia (nei casi di malattia non suscettibile di intervento chirurgico) e la radioterapia, quando non applicabile.