Sviluppo di vaccini idotipici

Sviluppo di vaccini idotipici per studi di fase I/II di immunoterapia "subset specifica" per pazienti con disordini linfoproliferativi a cellule B

Il progetto si prefigge quale obiettivo primario l'attivazione di uno studio di fase I/II basato sull'utilizzo della proteina idiotipica VK3-20 quale vaccino per il trattamento di linfomi a basso grado di malignità esprimenti catene leggere molecolarmente correlate.

I risultati finora ottenuti dimostrano che VK3-20 è immunogenica ex vivo, contiene numerosi epitopi presentati dai più comuni alleli HLA di classe I e II, ed è in grado di evocare risposte T cellulari cross-reattive non solo rispetto a VK3-20 derivate da linfomi diversi ma anche nei confronti di catene VK molecolarmente simili espresse da varie neoplasie linfoidi a cellule B.

Sono stati costruiti idonei vettori per l'espressione di VK3-20 che sono stati trasferiti al Partner Industriale esterno (Areta Int.) che ha sviluppato un nuovo processo di produzione e purificazione "clinical-grade".

E' in corso la verifica dell'immunogenicità di VK3-20 in modelli animali appositamente sviluppati nell'ambito del progetto.

Il progetto ha inoltre consentito l'identificazione di altri sottogruppi di neoplasie linfoidi caratterizzate dall'espressione di proteine idiotipiche ad elevata omologia di sequenza e pertanto sfruttabili per la realizzazione di altri vaccini "subset-specifici".

torna su
ultima modifica: 20 maggio 2015 Commenti / Suggerimenti