Modelli interdisciplinari di intervento geriatria

Modelli interdisciplinari di intervento per la cura dei pazienti oncologici in età geriatrica

L'assistenza al paziente oncologico anziano s'inserisce nell'attuale cultura caratterizzata non solo dal cambiamento del ruolo dell'anziano ma anche dal cambiamento del ruolo di "paziente": il desiderio di comprendere/assimilare l'evento malattia e di essere maggiormente coinvolto nei processi decisionali, è testimoniato dall'incremento della ricerca di informazioni da parte dei malati oncologici, anche anziani.
Il bisogno di informazioni e la sua soddisfazione rendono il paziente maggiormente consapevole della sua condizione di malato e, di conseguenza, maggiormente disponibile ad una matura alleanza terapeutica con il personale curante.

Ancora poco si conosce sul livello di informazione del paziente anziano e sui suoi bisogni informativi (quali e quante informazioni desidera, in che profondità di dettaglio, ecc.) e sulla gestione dell'informazione da parte della famiglia.
Alla luce di queste considerazioni, l'Unità Operativa di Psicologia Oncologica del CRO di Aviano, in collaborazione con FAVO (Federazione delle Associazioni di Volontariato Oncologico), ha realizzato un'indagine sui livelli di informazione nella popolazione anziana con età maggiore di 65 anni e su alcuni aspetti del caregiving attraverso due questionari autocompilati.
Sono state raccolte 241 interviste a pazienti anziani e 241 ai loro caregivers.
L'analisi preliminare condotta sembra confermare il sostanziale cambiamento del paziente anziano nei confronti dell'informazione relativa alla propria condizione di salute e la propria capacità di farne fronte. Relativamente al caregiver, l'assistenza non sembra interferire in maniera significativa sugli aspetti psicosociali della propria vita.
Tali risultati sono stati presentati alla V Giornata nazionale del malato oncologico, tenutasi a Roma (13 – 16 maggio 2010).

 

torna su
ultima modifica: 20 maggio 2015 Commenti / Suggerimenti