Struttura Complessa

SOC Oncoematologia Clinico Sperimentale

Attività clinico-assistenziale

Il servizio produce refertazioni formali di attività di diagnostica onco-ematologica morfologica ed immuno-fenotipica (esami citomorfologici e citochimici, tipizzazioni immunofenotipiche, eccessi clonali) e diagnostica onco-ematologica molecolare (studio in biologia molecolare delle più importanti traslocazioni cromosomiche in leucemie e linfomi, studio dello stato mutazionale dei geni delle immunoglobuline in leucemia linfatica cronica) su sangue periferico ed aspirati midollari di pazienti onco-ematologici (leucemie acute, linfomi non-Hodgkin, linfomi di Hodgkin, sindromi mieloproliferative e linfoproliferative, mielomi e gammapatie monoclonali, mielodisplasie, etc.) di nuova osservazione o in follow-up. Inoltre il SOECS è coinvolto nella valutazione dei progenitori emopoietici autologhi per reinfusione in pazienti trattati con chemioterapia ad alte dosi affetti sia da neoplasie emopoietiche che tumori solidi. A tal scopo, vengono valutate e quantizzate in citofluorimetria le sottopolazioni di progenitori CD34+ e viene valutata la potenzialità differenziativa in vitro mediante saggi clonogenici (CFU-GEMM, BFU-E, CFU-GM). Accanto alle attività clinico-assistenziali summenzionate il SOECS è coinvolto in numerosi programmi di ricerca, sempre nell'ambito delle neoplasie ematologiche, finanziati dal Ministero della Sanità nell'ambito della Ricerca Finalizzata IRCCS e dall'Associazione Italiana per la la lotta contro le leucemie, linfomi e mieloma (AIL).

Attività di diagnostica onco-ematologica morfolofica ed immuno-fenotopica

Il servizio produce refertazione formale di esami citomorfologici e citochimici, tipizzazioni immunofenotipiche, eccessi clonali, etc. su sangue periferico ed aspirati midollari relative a pazienti onco-ematologici (leucemie acute, linfomi non-Hodgkin, linfomi di Hodgkin, sindromi mieloproliferative e linfoproliferative, mielomi e gammapatie monoclonali, mielodisplasie, etc.) di nuova osservazione o in follow-up.

Diagnostica onco-ematologica molecolare

l servizio di diagnostica onco-ematologica molecolare ha continuato la sua attività di refertazione formale rendendo disponibili, allo stato attuale, le seguenti traslocazioni cromosomiche effettuabili su prelievi di sangue periferico, midollare e/o linfonodi:

Leucemie:

BCR/ABL [t(9;22) M-BCR]
BCR/ABL [t(9;22) m-BCR]
BCR/ABL [t(9;22) µ-BCR]
AML1/ETO [t(8;21)]
PML/RAR [t(15;17)]
CBFß/MYH11 [inv(16)]
MLL/AF4 [t(4;11)]
E2A/PBX1 [t(1;19)]
TEL/AML1 [t(12;21)]
DEK-CAN [t(6;9)]

Linfomi:

ALK/NPM [t(2;5)]
BCL2/IgH [t(14;18) MBR]
BCL2/IgH [t(14;18) mcr]
BCL1/IgH [t(11;14) MTC]
API2/MLT [t(11;18)]
Clonalita' B (FR1-JH/CDR3-JH)

Nel medesimo ambito, la SOECS, produce refertazione formale nello studio delle mutazioni somatiche delle regioni variabili dei geni IgVH come esame prognostico in pazienti affetti da Leucemia Linfatica Cronica a fenotipo B (B-CLL) già diagnosticate, e della stessa patologia, anche lo studio delle anomalie cromosomiche mediante tecnica FISH (Fluorescence in Situ Hybridization), per la valutazione di:

  • Delezione del cromosoma 17p, gene p53.
  • Delezione del cromosoma 13q14.3.
  • Delezione del cromosoma 11q22.3, gene ATM.
  • Trisomia del cromosoma 12, CEP12.
torna su
ultima modifica: 5 gennaio 2018 Commenti / Suggerimenti