Struttura Complessa

SOC Chirurgia Oncologica del Seno

La Struttura Operativa Complessa di Oncologia Chirurgica Senologica

L’attività clinica comprende:

  • Diagnostica clinica per patologia sospetta neoplastica della mammella.
  • Impostazioni di percorso diagnostico e strumentale rapido in caso di urgenza.
  • Interventi conservativi su mammella e cavo ascellare (quadrantectomia con rimodellamento mammario e biopsia del linfonodo sentinella).
  • Possibilità di radioterapia intraoperatoria in casi selezionati.
  • Interventi a carattere preventivo sulla mammella (mastectomia sottocutanea profilattica con ricostruzione).
  • Interventi di chirurgia plastica ricostruttiva del seno in caso di mastectomia.

La struttura è organizzata con ambulatori divisionali dove si svolgono le prime visite ed i controlli per le pazienti operate. Provvede, inoltre, alla chirurgia ambulatoriale della mammella (interventi bioptici) ed al completamento della diagnostica strumentale chirurgica (agoaspirato ed eventuali mini-biopsie).

A questi ambulatori divisionali si affiancano, nella stessa struttura, quelli multidisciplinari dove i casi clinici di neoplasia mammaria vengono discussi e rivisti collegialmente (chirurgo oncologo, chirurgo plastico, oncologo medico, radioterapista, radiologo, ecografista, ecc.).

In particolare l’Oncologia Chirurgica Senologica partecipa, in collaborazione con il Radiologo e l’Anatomopatologo,  nella identificazione e nel follow-up delle lesioni pre-tumorali e dei tumori preinvasivi.

Svolge attività di diagnosi delle lesioni cliniche favorendo una semplificazione ed un accorciamento  delle procedure come nella “One day diagnosis”.

Garantisce l’esecuzione di tutti gli interventi conservativi  associati a biopsia del linfonodo sentinella e sua diagnosi intraoperatoria e a radioterapia intraoperatoria, quando indicata. In casi selezionati vengono eseguiti interventi conservativi con metodiche oncoplastiche.

Grazie ad una stretta collaborazione con la Clinica di Chirurgia Plastica-Ricostruttiva dell’Università di Udine vengono offerte tutte le procedure ricostruttive, sia protesiche immediate e differite, sia con lembi autologhi. Eventuali correzioni estetico-funzionali  vengono effettuate anche utilizzando il tessuto adiposo autologo secondo la metodica del lipofilling.

Particolare attenzione viene anche posta alla ricerca sia clinica che sperimentale, quest’ultima in collaborazione con le Oncologie Sperimentali del nostro Istituto.

La SOC favorisce la collaborazione con i Medici di Medicina Generale  continuando una proficua collaborazione con percorsi dedicati per le donne sintomatiche, e partecipa ad iniziative a carattere divulgativo sia all’interno dell’Istituto che nel territorio.

Consulta la seguente scheda per maggiori informazioni:

torna su
ultima modifica: 19 gennaio 2018 Commenti / Suggerimenti