Dettaglio news

15 novembre 2016

Al CRO il premio Innovazione Salute 2016

Innovazione Salute 2016


Il Centro di Riferimento Oncologico di Aviano si è aggiudicato il Premio Innovazione S@lute 2016 nell’area “Ambito comunicazione con cittadini e pazienti” - promosso all’interno del Forum PA – con il progetto “Conoscere per Scegliere: Patient Education & Empowerment in Oncologia”.

Il riconoscimento è stato consegnato quest’oggi al palazzo della Regione Lombardia durante la cerimonia di premiazione del contest in cui si sono sfidate amministrazioni pubbliche, aziende, enti locali e regionali e start up italiane. Una giuria composta da importanti esponenti del mondo della ricerca e dell’università ha premiato 19 tra i 102 progetti in gara. Assieme al CRO ha collaborato attivamente lo IOV di Padova che, proprio come l’Istituto Nazionale Tumori friulano, ha messo in campo Direzione Scientifica e Biblioteca Scientifica e per Pazienti.

«Siamo particolarmente soddisfatti – spiega Paolo De Paoli, DS del CRO e ricercatore responsabile del progetto – perché il riconoscimento sottintende alla validazione di una metodologia ormai ben consolidata che si pone l’obiettivo di aumentare le competenze informative dei pazienti oncologici, migliorare la loro capacità decisionale in merito al proprio percorso clinico-assistenziale e, al contempo, la relazione tra pazienti, operatori e strutture di cura. Un obiettivo che si concretizza – ha detto ancora De Paoli – attraverso l’attuazione del programma di Patient Education».

Nell’ambito del progetto, il concetto di Patient Education è inteso non solo come “educazione terapeutica”, ma come approccio bidirezionale alle attività di ricerca, informazione e comunicazione rivolte ai pazienti: non è solo il personale sanitario (e non) che informa/insegna/rafforza i pazienti, ma è anche il personale sanitario (e non) che aumenta e migliora il suo essere a servizio dell’utenza grazie al contributo dei pazienti stessi: patient education & empowerment, quindi, sia dei singoli che delle organizzazioni e del sistema sanitario nel suo complesso.

«Nello specifico – è il commento di Ivana Truccolo, responsabile della Biblioteca Scientifica e per Pazienti del CRO – abbiamo provveduto a validare un sistema di accesso ai contenuti educativi e informativi per permettere al  paziente di acquisire le competenze per effettuare scelte più consapevoli sulla propria salute,  malattia e  percorsi di cura».

Incrementare la competenza di IRCCS e strutture oncologiche italiane in tema di in-formazione & comunicazione tra pazienti e operatori, partecipazione & coinvolgimento, attraverso l’alleanza con i rappresentanti dei pazienti, non è più solo uno slogan, ma un programma pratico e concreto attraverso il quale la Patient Education può diventare parte integrante e necessaria dei percorsi di cura e ricerca delle organizzazioni sanitarie.
Questi i due team di lavoro: Paolo De Paoli, Ivana Truccolo e Chiara Cipolat Mis (CRO); Giuseppe Opocher, Christina Drace, Mauro Apostolico IOV – Padova.

Press Office
National Cancer Institute
Irccs Cro Aviano
Massimo Boni
Mboni@Cro.It

ultima modifica: 15 novembre 2016 Commenti / Suggerimenti