Eventi - Dettaglio

18004 - Metodologie didattiche e apprendimento per la sicurezza nei luoghi di lavoro (4° MODULO) - 2° edizione

ATTENZIONE!! Corso rinviato al 20 Febbraio 2018
Crediti ECM: 5 - RISERVATO ai Formatori alla sicurezza

tipo:

Seminario, Workshop

data inizio:

venerdì 2 febbraio 2018

data fine:

martedì 20 febbraio 2018

durata:

RINVIATO al 20 febbraio 2018 - dalle 9.00 alle 13.00

dove:

Indirizzo

Via Pedemontana Occidentale, 20
33081 Aviano (PN)
Aula Multimediale CAMPUS CRO
indicazioni stradali

contatti:

Contatti

telefono: +39 0434 659830
fax: +39 0434 659864
email: infoformazione@cro.it

Informazioni

Segreteria CAF (Centro Attività Formative) - Direzione Generale

Obiettivo formativo: Sicurezza negli ambienti e nei luoghi di lavoro e patologie correlate
Relatori: SUTER NICOLETTA

IN COLLABORAZIONE con: Azienda per l'assistenza sanitaria n. 5 - "Friuli Occidentale"

ABSTRACT: Il percorso formativo nasce dall'esigenza di qualificare formatori che dovranno occuparsi di formazione nell'ambito della salute e della sicurezza sul lavoro, in linea con quanto previsto, al riguardo, dalla Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro (D.Lgs. 81/08, art. 6, comma 8, lettera m-bis) e dal decreto interministeriale del 06.03.2013 che definisce i criteri per la formazione dei formatori per la sicurezza sul lavoro (Gazzetta Ufficiale n. 65 del 18/3/2013).
Il corso intende offrire le conoscenze utili ad attuare consapevolmente le attività di informazione, formazione o addestramento interne all'azienda.
Si propone di fornire ai partecipanti nozioni utili a realizzare, progettare ed erogare percorsi formativi in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.
Verrà posta particolare attenzione, anche attraverso numerose esercitazioni, sulle strategie comunicative, sulle tecniche e gli strumenti in possesso del formatore, su come instaurare un positivo clima formativo in aula, e sui nuovi metodi di formazione.
Saranno fornite indicazioni anche sulla fase di valutazione, intesa come verifica di efficacia dell'intervento.
Il percorso formativo ha quindi l'obiettivo di trasferire le competenze di base necessarie per:
- rilevare correttamente le esigenze di formazione;
- progettare interventi formativi coerenti con gli obiettivi individuati nell'analisi delle esigenze;
- utilizzare differenti metodologie didattiche attive;
- gestire correttamente l'aula;
- valutare i risultati dei percorsi formativi.
Il percorso formativo si articola in sei moduli per un totale di 24 ore d'aula e prevede lezioni frontali interattive ed esercitazioni con coinvolgimento diretto dei partecipanti.
Il corso, unitamente al possesso degli altri requisiti previsti dal Decreto Interministeriale del 6.03.2013, costituisce titolo di abilitazione al ruolo di formatore in materia di salute e sicurezza e deve essere frequentato integralmente anche se ogni modulo verrà accreditato singolarmente.

Obiettivi specifici: Formare gli altri significa produrre cambiamenti finalizzati a ottenere comportamenti coerenti con gli obiettivi formativi. Lo scopo del corso Formazione Formatori è favorire nei partecipanti l'acquisizione di tecniche, metodologie e strumenti attraverso i quali realizzare attività formative efficaci, garantendo il raggiungimento degli obiettivi che il percorso di formazione si pone. Un percorso teso a fornire ai formatori sulla sicurezza nei luoghi di lavoro strumenti e metodi integrati, basati sulla tecnica del lavoro per obiettivi.
La formazione in aula (la cosiddetta formazione residenziale) è una delle tipologie educative ancora più diffuse, nonostante l'incremento di eventi di formazione sul campo e di formazione a distanza. In molte situazioni l'aula viene ancora identificata con la lezione frontale, in realtà le possibilità di facilitare apprendimenti significativi e generativi di valore per la pratica professionale e per la qualità delle cure sono molto più ampie e ricche. L'aula può essere un luogo - tempo privilegiato in cui formatori e discenti si incontrano per imparare, riflettere e condividere. Ben noti sono infatti i limiti di una didattica passiva, limitata alle nozioni, astratta, decontestualizzata ed esclusivamente orientata alla acquisizione, immagazzinamento e recupero delle informazioni. La progettazione di ambienti didattici generativi di apprendimento tiene piuttosto conto di questi principi: - L'applicazione della conoscenza è facilitata se la didattica si svolge attraverso situazioni ricche e complesse, in contesti rilevanti e realistici; - I discenti sono costruttori di conoscenza; - L'apprendimento è un processo collaborativo; - I discenti portano i loro bisogni e le loro esperienze nelle situazioni di apprendimento. Questo tipo di didattica valorizza l'esercizio del pensiero critico, della flessibilità cognitiva, della metacognizione, dell'orientamento al problem solving, del lavoro in team e favorisce l'apprendimento e lo sviluppo continuo di competenze lungo tutto l'arco di vita professionale e personale (lifelong learning skills). Tenendo conto di queste premesse al formatore è richiesta una competenza sempre più esperta nella progettazione e gestione degli apprendimenti in aula: il problema non è quello di "preparare le diapositive" per la lezione, bensì quello di fare della lezione un progetto con obiettivi, metodologie didattiche, attività, supporti ecc. che mirano a sviluppare nei discenti le abilità conoscenze e attese. Pertanto questo evento formativo ha l'obiettivo di proporre una serie di strumenti attraverso i quali i formatori possano progettare la didattica d'aula e quindi gestirla con modalità che vogliono impattare positivamente in termini di apprendimento significativo. Solo in questo modo l'apprendimento stesso può trasformarsi in pensieri e gesti professionali in grado di impattare realmente nella clinica, nella ricerca, nell'organizzazione.

torna su
ultima modifica: 8 gennaio 2018 Commenti / Suggerimenti